METEOROPATIA – Cos’è e come combatterla

n

Cosa significa essere meteoropatico?

Alleato indiscusso nell’evitare silenzi imbarazzanti, il clima è spesso al centro delle nostre conversazioni. Per lo più, però, è oggetto di lamentele: quando è estate è troppo caldo, quando è inverno è troppo freddo, in primavera e in autunno non si sa mai cosa mettersi, ma poi si brontola che non esistono più le mezze stagioni quando la temperatura cambia in modo rapido.

n

METEOROPATIA - Cos’è e come combatterlan

j

Per qualcuno, però, l’alternarsi delle stagioni non è solo un facile bersaglio contro cui prendersela quando non si sa di cosa parlare, ma un vero e proprio stress. Si definiscono meteoropatiche, infatti, le persone che soffrono a causa dei cambiamenti climatici: ne risentono soprattutto in autunno e in inverno, quando il freddo e il grigiore portano in loro stanchezza, noia e depressione. I sintomi più comuni con cui questo disagio si esplica comprendono infatti

  • Cefalea

  • Variazioni dell’umore (irritabilità, depressione, ansia)

  • Tensione

  • Cali di pressione

  • Palpitazioni

  • Mal di stomaco

  • Affaticamento

  • Difficoltà di concentrazione

  • Insonnia

  • Dolori articolari

  • Calo del desiderio sessuale

j

Chi soffre di meteoropatia?

Si distinguono due forme di questo disagio. La meteoropatia primaria comporta un malessere psicosomatico generale e non ha una causa certa e precisa, anche se si ipotizza che possano essere coinvolti fattori ormonali e neurologici; la meteoropatia secondaria, invece, consiste nel peggioramento di alcune condizioni fisiche che risentono del clima, come l’asma o i dolori cronici.

Ad essere maggiormente predisposti sono gli individui per natura cagionevoli o più vulnerabili, come i bambini e gli anziani; inoltre, le donne in menopausa sono particolarmente a rischio a causa degli squilibri ormonali che le portano ad essere più sensibili e reattive agli stimoli esterni. Ciò che più può condurre a questa problematica è però lo stress che, rendendo di per sé più nervosi e irritabili, fa sì che si risenta ancor di più degli sbalzi climatici.

Trucchi e rimedi

Uno stile di vita sano ed equilibrato è la cura principale della meteoropatia. Cercare di limitare l’ansia e lo stress, in particolare, è l’accortezza più importante per ridurre il disagio provocato dal clima. Alcuni accorgimenti utili ed efficaci da mettere in atto sono una dieta ben bilanciata, ricca di frutta e verdura di stagione, e l’esercizio fisico. In particolare, i cibi che contengono Omega 3, come il pesce, il cioccolato fondente e la frutta secca, esercitano un’influenza positiva e benefica sull’umore; anche lo sport, favorendo la produzione di endorfine, permette di migliorare il proprio stato d’animo, consentendo anche di rilasciare le tensioni e di rilassare la mente. Stare all’aria aperta il più possibile, inoltre, costituisce un ulteriore rimedio alla depressione stagionale: essere esposti alla luce del sole, infatti, anche quando è flebile come in inverno, aumenta i livelli di serotonina e melatonina, sostanze prodotte all’interno del nostro cervello che ci fanno sentire felici e rilassati.

Se però tutti questi consigli non sono sufficienti, è bene rivolgersi ad uno psicologo per imparare a gestire i propri stati d’animo, trovare un equilibrio e ridurre lo stress che può essere alla base di questo disagio.

j

j

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *