Stress: un semplice esercizio per attenuarlo

La parola stress deriva dal latino strictus e significa “stretto”, “compresso”. Pertanto in un tale stato la persona si sente sotto una costante pressione che può derivare da condizioni esterne, come problemi familiari, lavorativi, ambientali, o da fattori interni, come il sentirsi nervoso, in tensione, in apprensione per qualcosa che non riesce a risolvere come vorrebbe. È uno stato di logorio continuo, non eccessivo e talvolta non del tutto consapevole.

 

Di certo siamo in un contesto sociale che ci fa vivere “di corsa” e quindi è abbastanza probabile che, chi più, chi meno, subisca momenti stressanti. Se ti sei identificato con questa descrizione, due sono le cose: o non hai badato al suggerimento sopra indicato o sei veramente stressato. Ma non ti preoccupare! Ti suggerirò adesso una strategia per rimediare. Naturalmente se non vuoi stare meglio, non ti sognare nemmeno di impararla e usarla con una certa costanza! Siediti su una poltrona comoda, poggiando le mani sulle cosce e cerca una posizione confortevole, facendo attenzione a non incrociare né accavallare le gambe. Chiudi gli occhi e comincia a respirare profondamente, ponendo l’attenzione sulle narici. Nota che entrando l’aria è fresca, mentre quando esce è calda. Immagina il respiro come un fascio di luce benefica che va a irrorare il corpo, dalla testa passando per il collo, le spalle, le braccia, la schiena, il torace, le gambe, fino ai piedi. L’aria che esce è una sorta di smog che simboleggia le tensioni e le preoccupazioni.

Non allenarti con questo esercizio quotidianamente, non cominciare con dieci minuti per poi aggiungerne progressivamente altri dieci e poi altri dieci se vuoi che le “tossine psicologiche” rimangano imprigionate nelle tue cellule. Potrebbe piacerti mettere un sottofondo musicale, ma se non lo fai non succede niente. Dimentica di spegnere il cellulare se vuoi annullare l’effetto di questa tecnica. Se non hai una poltrona comoda sdraiati sul letto. Se anche questo non è confortevole forse, per risolvere il tuo stress, basta che cambi materasso!

 

Durante l’esercizio ripetiti più volte “Io sono calmo, io sono molto calmo”

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *